Cara Annie: i miei fratelli più piccoli non si prendono cura dei loro animali domestici né fanno le faccende domestiche

Cara Annie: Mio fratello e mia sorella più piccoli sono gemelli e hanno appena compiuto 17 anni. Ti scrivo perché hanno tre gattini ma lasciano tutta la cura e l’alimentazione di loro a nostro padre, che ha 66 anni.

Volevano davvero questi gattini, ma non volevano la responsabilità che ne deriva. Papà pulisce persino la loro stanza e sento che gli stanno addosso.

Gli ho suggerito di affidare loro dei compiti, che li aiuteranno a diventare più responsabili. Ma non vuole farlo. Ha detto che va tutto bene così com’è. Gli ho detto: “Non ci sono più animali dopo questo perché sei l’unico a prendersi cura di loro”.

Cosa dovrei fare? Mi ascoltano. — Fratello maggiore

Caro fratello maggiore: Dal momento che ti ascoltano, perché non organizzare un incontro familiare in cui presenti un elenco di compiti per ciascuno di loro? Se vivi a casa, potresti includere alcune faccende personali.

Sembra che tuo padre provi molto amore per tutti i suoi figli, quindi inizierei l’incontro elencando le molte cose che fa in casa e poi parlerei dell’importanza di sviluppare responsabilità. Quei gattini diventeranno presto tre gatti adulti e fai bene a usarlo come esempio – prendendo sul serio la proprietà di un animale – come un passo importante per diventare un adulto responsabile.

Cara Annie: Nella tua risposta a “Paying Tribute”, volevo condividere ciò che ho fatto al memoriale di mio padre. Ho distribuito un bulbo di tulipano con una nota allegata, “in onore del” nome di mio padre, e una breve poesia che gli è sempre piaciuta. Sul retro c’era il tipo di bulbo – tulipano giallo – e le istruzioni per piantare.

Papà è morto a settembre, quindi i tulipani dovevano essere piantati, ma il bulbo poteva cambiare con le stagioni. Ho ricevuto molti complimenti quel giorno, ma quelli a cui tengo di più sono quelli che sono arrivati ​​nella primavera successiva, quando le persone mi hanno contattato per il tulipano giallo che avevano dimenticato di aver piantato e come ricordava loro di nuovo papà. — Un altro suggerimento

Caro un altro suggerimento: Che bel tributo. I fiori sono così speciali, ed è un modo speciale per onorare tuo padre. Grazie per aver condiviso.

Cara Annie: La moglie di “Anxious in Portland”, la donna che continua a dimenticare di chiudere a chiave le porte, potrebbe soffrire di disturbo da deficit di attenzione e iperattività (ADHD)?

Sia mio marito che io soffro di questa sindrome, così come i nostri figli. Inoltre, nel corso degli anni, ho insegnato a molti studenti che avevano questa condizione neurologica.

La moglie “ansiosa” potrebbe davvero non ricordarsi di chiudere e chiudere a chiave le porte. Tuttavia, le persone con ADHD possono imparare strategie di coping che aiutano enormemente. La farei visitare dal punto di vista medico. — Affrontare l’ADHD

Caro Coping: Grazie per il tuo eccellente suggerimento, che è stato appoggiato da un buon numero di altri lettori di questa colonna. Indipendentemente dal fatto che il problema sia causato dall’ADHD o da qualcos’altro, vale sicuramente la pena farlo controllare da un medico.

Visualizzazione precedenti colonne “Cara Annie”.

“Come posso perdonare il mio partner traditore?” è fuori ora! La seconda antologia di Annie Lane, con le sue rubriche preferite su matrimonio, infedeltà, comunicazione e riconciliazione, è disponibile come tascabile ed e-book. Visitare Editoria dei creatori per maggiori informazioni. Invia le tue domande per Annie Lane a Dearannie@creators.com.

COPYRIGHT 2022 CREATORS.COM

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *