Perché gli animali domestici fanno cose strane? Gli esperti di comportamento animale intervengono.

Commento

Cani e gatti si comportano spesso in modi divertenti e sconcertanti. A volte la scienza può spiegare i loro comportamenti. Altre volte, la loro condotta potrebbe richiedere una visita dal veterinario. E, a volte, non c’è una logica per quello che stanno facendo, o perché lo stanno facendo.

Il Washington Post ha invitato i lettori a inviare foto e video dei loro animali da compagnia che facevano cose divertenti, stravaganti o inspiegabili, quindi ha chiesto commenti agli esperti di comportamento animale. Sono Sarah-Elizabeth Byosiere, direttrice del Centro del cane pensante al CUNY Hunter College; Evan MacLean, direttore del Centro di cognizione canina dell’Arizona presso l’Università dell’Arizona; Monique Udell, direttrice della Oregon State University Laboratorio di interazione uomo-animale; Mikel Delgado, fondatore di Menti feline; Kristyn Vitale, assistente professore di salute e comportamento animale all’Unity College; e Clara Wilson, ricercatrice cinofila e dottoranda alla Queen’s University di Belfast.

Perché i gatti impastano? Perché i cani ti leccano? La scienza delle stranezze degli animali domestici.

Le foto e i video mancano di contesto, quindi le idee espresse dai ricercatori dovrebbero essere considerate aneddotiche e speculative. “Molti esperti e non esperti varieranno in ciò che credono stia accadendo qui”, ha detto Byosiere. “Potrebbero esserci più spiegazioni. Solo con più filmati e intuizioni possiamo iniziare a restringere i nostri pensieri”.

Le risposte sono state modificate per chiarezza e spazio.

Ghost, il cane che ha appena scoperto di avere i piedi

Ghost, un cane da bestiame australiano di 1 anno, “ha deciso di attaccare la propria gamba”, dice la sua umana, Joan Houston. (Video: Courtesy Joan Houston)

Ghost, un cane da bestiame australiano di 1 anno, ha deciso di attaccare la sua stessa gamba, dice la sua umana, Joan Houston.

MacLean: “Potrebbe essere giocoso, ma a volte questo tipo di comportamento riflette effettivamente un problema. A volte è il risultato di un trauma e di un comportamento stereotipato associato alla “sindrome dell’arto fluttuante”, che si verifica anche con la coda. Oppure il cane potrebbe rispondere a una sensazione sgradevole alla gamba, che potrebbe riflettere una condizione fisica sottostante. Carino se succede una o due volte per gioco, ma se è un comportamento normale, è un buon comportamento da condividere con il veterinario.

Udell: “Ci sono diversi motivi per cui un cane può sembrare attaccare o mordere parti del proprio corpo, come una zampa o una gamba. Se si tratta di un nuovo comportamento, la prima cosa da escludere è una condizione medica come allergie o lesioni che potrebbero attirare l’attenzione sull’area. I cani a volte masticano o si leccano anche in modi insoliti o eccessivi quando sono sottostimolati o stressati. Alcuni cani possono anche rispondere in modo compulsivo al movimento delle proprie parti del corpo come prede. Anche se il comportamento potrebbe non causare sempre un problema, spesso questo comportamento può segnalare una condizione sottostante che sta causando angoscia al cane e dovrebbe essere discusso con un veterinario o un comportamentista animale.

Evie, la gatta che ama giocare con i conigli

“Evie è una gatta molto bizzarra”, dice la sua umana, Lucy Kershen. “È molto loquace e ha ancora una voce da gattina, anche se ha più di un anno. È una gatta molto dolce e adora giocare con gli altri nostri animali domestici, compresi i nostri coniglietti. Forse la sua caratteristica più distintiva è la sua terza palpebra, che è spesso visibile con la coda dell’occhio. La palpebra non ostacola la sua capacità di vedere, ma la rende unica”.

Vitale: “Questo gatto ha stretto un’amicizia. Nonostante gli stereotipi comuni secondo cui i gatti sono socialmente distaccati, date le corrette esperienze di vita i gatti possono sviluppare relazioni affettuose con molti animali diversi. Ho sentito altre storie di gatti che sono amici inaspettati con potenziali animali da preda come uccelli e roditori”.

Delgado: “Vorrei controllare con un veterinario poiché la mia comprensione è che la terza palpebra che mostra è in genere correlata a un problema medico. Questa non è una stranezza comportamentale. Gatti e conigli possono essere grandi amici e compagni di gioco, se presentati e seguiti adeguatamente”.

Milo, il gatto che mangia le ceste

“A Milo piace masticare i suoi letti”, dice il genitore domestico Chris Lindeman. “Lo ha fatto con il suo cestino e ha fatto un tale pasticcio, l’ho portato via, ora lo sta facendo con una scatola di cartone. Non lo mangia, lo mastica e lo sputa. È un gatto da rifugio. L’abbiamo preso quando aveva 2 anni nel gennaio 2018. Gli manca un cane, che era decaduto e doveva essere rimosso quando lo abbiamo adottato. È grande e in salute e molto felice, non si gratta e non mastica nient’altro. Non abbiamo mai visto un gatto fare questa cosa particolare e strana prima d’ora.

Vitale: “Il gioco implica comportamenti naturali, come cacciare, inseguire o persino strappare canestri. Fatta eccezione per il topo o l’insetto occasionale, i gatti domestici di solito non trovano animali da preda in casa. Per questo motivo, i gatti a volte trattano oggetti domestici come prede. È probabile che questo gatto attinga al suo naturale comportamento predatorio per sezionare qualcosa, solo che è scherzosamente diretto a un cesto piuttosto che a un uccello o un topo.

Delgado: “I gatti possono masticare oggetti non alimentari per vari motivi, inclusi problemi digestivi, disturbi dentali, noia o semplicemente perché si divertono. Quando il gatto ingerisce i prodotti non alimentari, è una condizione chiamata pica. Sembra che dobbiamo solo masticare e non deglutire. Consiglio sempre di menzionarlo al veterinario per assicurarmi che non ci siano problemi medici legati al comportamento. Penso che il cartone sia più sicuro da masticare rispetto al cestino, poiché quei piccoli pezzi potrebbero essere ingeriti. Quando mi viene presentato un cliente che ha un “masticatore”, cerchiamo sempre modi per creare un ambiente più stimolante, come posatoi per arrampicarsi, tiragraffi, mangiatoie per uccelli da guardare attraverso la finestra e momenti di gioco interattivi in ​​cui l’uomo muove un bacchetta magica per il loro gatto un paio di volte al giorno. Potresti anche provare alcuni dei “giocattoli da masticare” sicuri progettati per i gatti, o chiedere al tuo veterinario se il tuo gatto può avere le crocchette dentali più grandi che sono più grandi e danno ai gatti uno sfogo per sgranocchiare e masticare. “

Douglas, il cane con il ‘rotolo della morte’

A Douglas, un golden retriever di 2 anni, piace “cadere a terra e fare il morto a metà”, dice il suo umano, Ethan Lee. (Video: cortesia Ethan Lee)

A Douglas, un golden retriever di 2 anni, piace “cadere a terra e fare il morto a metà”, dice il suo umano, Ethan Lee. “Lo chiamo ‘lancio della morte’ perché rotola e smette di muoversi”.

Wilson: “I cani imparano velocemente e molti comportamenti che ci sembrano casuali spesso svolgono una funzione per il tuo cane. Quando il tuo cane inizia a fare qualcosa di nuovo, puoi chiederti: ‘qual è il risultato per il mio cane quando mostra questo comportamento?’ L’adorabile Douglas potrebbe aver appreso che rotolarsi sulla schiena durante le passeggiate provoca attenzione, anche se inavvertitamente. Ora tutti gli occhi sono puntati su di lui, strofinamenti sulla pancia, estranei che vengono a interagire, la passeggiata che dura più a lungo o forse anche leccornie offerte come incentivo a camminare di nuovo.

Byosiere: “Se guardi il video lentamente, vedrai il golden appoggiare il naso a terra per alcuni secondi prima di capovolgersi. Una volta a testa in giù, vedi un sacco di leccarsi il naso. Vedi questo leccarsi il naso quando i cani cercano di ottenere informazioni sensoriali olfattive. Ad esempio, nei cani che rilevano l’odore o nei cani che funzionano con il naso, vedrai che lo fanno durante la ricerca. Il mio pensiero qui è che c’è qualcosa di squisito in più e il cane vorrebbe saperne di più! C’è voluta una pausa dalla passeggiata per raccogliere tutte le informazioni sull’odore e c’è un po’ di rotolamento che i cani a volte fanno quando trovano divertente annusare le cose – per loro; in genere non ci piace quello che fanno”.

MacLean: “A volte hai solo bisogno di una pausa”.

Sophie, la gatta che sonnecchia in una lampada

“Sophie adora sedersi e dormire su uno dei braccioli del mio divano”, dice il suo genitore domestico, Ruth Faerber. “C’è un tavolo accanto a quella parte del divano con una lampada da tavolo alta. Sophie si siede sulle zampe posteriori su quel braccio, mette la testa sotto il paralume, mette le zampe su entrambi i lati della lampada e si addormenta. Se quella lampada non è accesa, va ad altri due tavoli con lampade da tavolo e fa la siesta o prende il sole sotto la sua lampada riscaldante personale. Ho gatti da 46 anni e sebbene sia molto dolce, è sicuramente la più bizzarra”.

Wilson: “Nonostante la maggior parte delle specie di gatti selvatici siano rimaste in isolamento durante le ore diurne, lo è stato registrato che alcuni gatti selvatici emergono dai loro nascondigli per fare il bagno in chiazze di sole. Il gatto domestico sembra aver mantenuto questo attributo, poiché spesso vediamo gatti attratti dalla luce e dal calore che si trovano dove colpisce la luce del sole. È probabile che Sophie si sia accorta abilmente che, anche in una giornata piovosa, la lampada fornisce una fonte di calore e luce perfettamente adatta in cui rilassarsi”.

Udell: “I gatti hanno una temperatura corporea naturale più alta rispetto agli umani, quindi quella che per noi può sembrare una temperatura ambiente confortevole potrebbe sembrare un po’ fredda per loro. A molti gatti piace anche riposare in spazi chiusi, uno dei motivi per cui scatole, cassetti e altri luoghi nascosti sono tra i posti letto preferiti dai gatti. Anche se la scelta di questo gatto di fare un pisolino in posizione verticale su una lampada è decisamente bizzarra, potrebbe guadagnare sia calore che un senso di protezione dal luogo”.

Lizzie, il cane che “parla ai fantasmi”

Lizzie, un bulldog inglese di 5 anni salvato, “parla con i fantasmi nella nostra casa storica”, afferma il genitore di animali domestici Joshua Levin. (Video: cortesia Joshua Levin)

Lizzie è una salva di bulldog inglese di 5 anni. Lizzie parla con i fantasmi nella nostra casa storica, dice il genitore di animali domestici Joshua Levin. Si anima e abbaia con entusiasmo a… niente. Si ferma spesso, appare attenta per un certo periodo, poi abbaia di più come se stesse reagendo. Lo fa solo prima che sorga il sole in quella parte della casa.

Wilson: “È possibile che Lizzie stia capendo i modi in cui le luci interne si riflettono sul vetro. Questo potrebbe essere il motivo per cui accade solo quando c’è poca luce naturale all’esterno, poiché questi riflessi svanirebbero al sorgere del sole. È stato riferito che alcuni cani, in particolare le razze da pastore, rispondono in modi simili ai riflessi della luce, che possono diventare problematici se i comportamenti diventano ossessivi. Sarebbero necessarie ulteriori indagini per capire le basi di questo comportamento, ma dato che si verifica solo in un determinato luogo e in un determinato momento, è probabile che qualcosa lo scateni”.

Udell: “I cani possono sentire e annusare cose oltre la gamma della percezione umana, quindi spesso i nostri cani possono sembrare che non abbaiano davanti a nulla quando potrebbe esserci davvero qualcosa lì. Ad esempio, in una casa storica all’alba, è possibile che un cane abbai ai suoni e agli odori di un topo che si precipita in un muro, cosa che sarebbe molto importante per un cane ma potrebbe essere impossibile per noi rilevarci . Guardare il video di Lizzie, tuttavia, suggerisce che potrebbe guardare le finestre che riflettono l’immagine della stanza e delle persone in essa contenute. Quando fuori è buio e all’interno c’è luce, le finestre spesso fungono da specchi. Molti cani non riescono a riconoscersi negli specchi, quindi sembra probabile che Lizzie si sia abituata ad abbaiare al misterioso cane in visita che scompare all’alba, noto anche come il suo riflesso.

Iscriviti alla newsletter Well+Being, la tua fonte di consigli di esperti e semplici consigli per aiutarti a vivere bene ogni giorno

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *