I funzionari della contea di Harris chiedono un intervento federale nei piani statali per inviare osservatori per le elezioni generali della contea di Harris



CNN

Tre alti funzionari della contea più popolosa del Texas hanno chiesto alla divisione per i diritti civili del Dipartimento di giustizia di inviare osservatori federali nella contea di Harris per le elezioni di medio termine per supervisionare quello che considerano uno sforzo dei funzionari statali repubblicani per “raffreddare la fiducia degli elettori nelle elezioni processare” e “intimidire” i lavoratori elettorali.

All’inizio di questa settimana, il direttore della divisione di audit forense dell’ufficio del segretario di stato del Texas ha inviato una lettera ai funzionari elettorali della contea di Harris informandoli che avrebbe inviato “un contingente di ispettori” per osservare il “conteggio centrale” la prossima settimana, quando è previsto l’inizio delle votazioni anticipate in Texas. La lettera affermava che gli ispettori avrebbero “eseguito controlli casuali sui registri elettorali” e che l’ufficio del procuratore generale dello stato invierà anche una task force… per rispondere immediatamente a qualsiasi problema legale identificato dal segretario di stato, dagli ispettori, dagli osservatori dei sondaggi o dagli elettori. ”

Le squadre sono necessarie, ha affermato il segretario di stato, a causa delle loro scoperte in un “audit” in corso delle elezioni presidenziali del 2020 nella contea di Harris, che include Houston.

Quella cd audit post-elettorale in Texas, uno stato che l’ex presidente Donald Trump ha portato avanti nel 2020, è stato lanciato come repubblicani in stati tra cui Wisconsin, Pennsylvania e Arizona, portando avanti recensioni di parte che sembravano progettate per minare i risultati delle elezioni del 2020 e dimostrare la fedeltà dei repubblicani locali a Trump.

Chad Ennis, direttore della Forensic Audit Division, ha dichiarato nella lettera di martedì a Clifford Tatum, l’amministratore delle elezioni della contea di Harris, che la divisione di audit aveva identificato un certo numero di urne elettorali mobili delle elezioni generali del 2020 che mancavano di “un’adeguata catena di custodia” e che chiedano azioni correttive.

Ma alti funzionari della contea, tra cui il procuratore della contea di Harris Christian Menefee, il sindaco di Houston Sylvester Turner e il giudice della contea di Harris Lina Hidalgo, nonché i funzionari del Partito Democratico della contea di Harris, stanno caratterizzando le mosse del segretario di stato come uno stratagemma per “interferire” alle elezioni generali di novembre.

Il governatore Greg Abbott e il procuratore generale del Texas Ken Paxton, entrambi repubblicani, “stanno facendo gli straordinari per distruggere la fiducia degli elettori con una campagna di pressione progettata per intimidire i nostri laboriosi lavoratori elettorali e seminare caos e dubbi nel processo elettorale”, harris County Democratic Party Il presidente Odus Evbagharu ha dichiarato giovedì in una dichiarazione. Ha aggiunto che la lettera di martedì dell’ufficio del Segretario di Stato “si legge come un attacco al voto drive-through, che ha ampliato l’accesso al voto durante la pandemia di COVID”.

“Sebbene i programmi di voto della contea di Harris nel 2020 siano stati lodati dai difensori dei diritti di voto, i leader statali del GOP hanno lavorato per chiuderne molti”, ha affermato Evbagharu. “Stiamo lavorando con il Partito Democratico del Texas e abbiamo contattato il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti per esprimere le nostre preoccupazioni su quello che sembra essere un assalto calcolato dai leader repubblicani alle elezioni della contea di Harris”.

Nella loro lettera all’assistente del procuratore generale Kristen Clarke, Menefee, Turner e Hidalgo hanno suggerito che i funzionari del segretario di stato del Texas stanno usando l'”audit” delle elezioni del 2020 come “pretesto per interrompere i processi elettorali nella più grande contea del Texas”. Hanno classificato i risultati preliminari dell ‘”audit” come prodotti poco più che “suggerimenti insignificanti per migliorare i processi della catena di custodia relativi ai metodi e alle apparecchiature di voto che la contea di Harris non utilizza più”.

“Queste azioni sembrano progettate per raffreddare la fiducia degli elettori nel processo elettorale nella contea di Harris e per interrompere e intimidire gli operatori elettorali locali mentre svolgono i loro doveri per garantire che le elezioni del 2022 siano ‘fluide e sicure’, come ha descritto il Segretario di Stato del Texas Elezioni del 2020 all’epoca”, hanno scritto i tre funzionari della contea di Harris.

“Chiediamo quindi rispettosamente che la Divisione per i diritti civili invii monitoraggi elettorali nella contea di Harris per garantire che i diritti di voto dei residenti della contea di Harris siano protetti”.

L’ufficio del segretario di Stato ha risposto in una dichiarazione giovedì, definendo i suggerimenti dei tre funzionari della contea di Harris “completamente falsi e una cinica distorsione della legge – e della verità – nel tentativo di fuorviare gli elettori, i membri del pubblico, la stampa e il Dipartimento di Giustizia degli Stati Uniti”.

“L’ufficio del Segretario di Stato del Texas ha inviato ogni anno ispettori elettorali nella contea di Harris e non ha mai visto prima una richiesta al Dipartimento di Giustizia di ‘monitorare i monitori'”, ha affermato Sam Taylor, portavoce dell’ufficio del Segretario di Stato in la dichiarazione, aggiungendo che la richiesta “viene utilizzata per diffondere false informazioni sui doveri effettivi dei nostri ispettori elettorali – dipendenti pubblici dedicati che saranno presenti nella contea di Harris solo per osservare e garantire trasparenza nel processo elettorale dall’inizio alla fine. ”

Taylor ha anche detto alla CNN in un’intervista che gli ispettori sono dipendenti dell’ufficio del segretario di stato o di altre agenzie statali, ma non possono essere presenti per conto di un funzionario eletto. Gli ispettori possono osservare, ma non possono interagire con gli elettori o parlare con chiunque non sia il presidente del luogo delle elezioni.

“Li mandiamo in molte altre contee, grandi e piccole, ogni singolo anno”, ha detto Taylor. “Se 15 elettori registrati o più richiedono che gli ispettori elettorali siano presenti nella loro contea, siamo tenuti a inviarli – quindi in realtà sono una pratica molto comune che il nostro ufficio ha ogni anno – praticamente solo per avere gli occhi per terra in un molte di queste grandi elezioni in cui ci sono controversie sul fatto che vengano seguiti o meno il protocollo e le leggi elettorali adeguati”.

Taylor ha detto che non sapeva immediatamente quanti ispettori sarebbero stati inviati nella contea di Harris.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *