Perché la qualità dell’aria di Seattle è la peggiore al mondo per due giorni di seguito

Commento

SEATTLE — Seattle ha avuto la peggiore qualità dell’aria al mondo giovedì, con un pesante mix di nebbia e fumo che oscurava l’orizzonte, le montagne circostanti e lo Space Needle.

Era il secondo giorno consecutivo che la città aveva la peggiore qualità dell’aria sulla terra, battendo città notoriamente inquinate come Pechino e Delhi. L’indice di qualità dell’aria di Seattle, o AQI, ha raggiunto oltre 240 mercoledì e giovedì, un livello definito “molto malsano” per tutti i gruppi. Era difficile vedere la cima di un edificio a un isolato di distanza e le persone indossavano maschere per proteggersi dal particolato nell’aria e dall’odore acre del fumo.

Secondo il sito di monitoraggio della qualità dell’aria IQAirGiovedì pomeriggio la concentrazione di PM 2,5 di Seattle – minuscole particelle di larghezza inferiore a 2,5 micron – era 38 volte superiore alle linee guida annuali raccomandate dall’Organizzazione mondiale della sanità.

La causa erano gli incendi boschivi che imperversavano sulle Cascade Mountains, combinati con settimane di clima insolitamente secco e caldo. Domenica, Seattle ha battuto un record per il giorno più caldo questo tardo autunno, a 88 gradi. Washington ha subito poche preziose precipitazioni da giugno; Il 56 per cento dello stato lo è in siccitàsecondo la National Oceanic and Atmospheric Administration.

La peggiore qualità dell’aria di Seattle al mondo è una “statistica scioccante”, ha affermato Maddie Kristell, meteorologa del National Weather Service di Seattle. Parte del problema, ha spiegato, è una persistente cresta di alta pressione che ha impedito alle tempeste di stabilirsi su Seattle.

“Quella cresta era davvero forte e semplicemente non permetteva il passaggio di una differenza nei modelli meteorologici”, ha detto. Ciò, combinato con temperature al di sopra del normale, ha permesso agli incendi di bruciare più a lungo di quanto avrebbero potuto altrimenti.

L’aria terribile della città arriva in un momento in cui i ricercatori stanno cercando di capire se il fumo degli incendi sta peggiorando e in che modo sta influenzando la salute umana sulla costa occidentale e oltre. Secondo a studia pubblicato il mese scorso, il numero di persone negli Stati Uniti che vivono un evento estremo giorno del fumo è notevolmente aumentato negli ultimi dieci anni.

“Intuitivamente se vivi in ​​​​Occidente, sai che le cose sono cambiate, è diventato più fumoso”, ha affermato Marshall Burke, professore di scienze della terra alla Stanford University e uno dei coautori dello studio. “Ma il nostro obiettivo era provare a quantificare quanto”.

Tra il 2006 e il 2010, i ricercatori hanno scoperto che meno di 500.000 persone ogni anno sono state esposte a livelli estremi di PM2,5 per un solo giorno. Ma tra il 2016 e il 2020, quel numero è salito a oltre 8 milioni. Un clima più caldo e più secco, combinato con un’incapacità di pianificazione ed esecuzione ustioni prescritte che può prevenire giganteschi incendi — ha causato un aumento del numero di americani esposti all’aria soffocante e acre durante l’estate e l’autunno.

I ricercatori sanno che il PM2,5 è estremamente dannoso per la salute umana: può esacerbare le vie respiratorie e problemi cardiovascolari e frequenti esposizioni elevate dimostrato di influenzare cognizione e punteggi dei test dei bambini. Ma, ha detto Burke, nessuno sa davvero come brevi picchi di inquinamento atmosferico estremamente elevato influenzino la salute e la cognizione.

Stare all’interno non è necessariamente una soluzione: il sito di monitoraggio della qualità dell’aria PurpleAir ha mostrato che anche molti sensori dell’aria interna a Seattle giovedì stavano segnalando AQI di tra 100 e 150che può essere pericoloso per molti gruppi vulnerabili.

Di fronte a una pessima qualità dell’aria, Burke consiglia di rimanere all’interno, di tenere chiuse porte e finestre e di utilizzare purificatori d’aria o altri sistemi di filtrazione ove possibile. Chi non dispone di purificatore d’aria può fare ciò che viene chiamato “Scatole Corsi-Rosenthal” o ventilatori box con filtri dell’aria fissati con nastro adesivo per una rapida soluzione fai-da-te per la pulizia dell’aria interna.

Alla fine, tuttavia, i ricercatori stanno appena iniziando a graffiare la superficie del futuro climatico pieno di fuoco. La scarsa qualità dell’aria “influenza le nostre vite in molti modi”, ha detto Burke. “Stiamo solo iniziando a capire fino a che punto conta”.

L’allerta sulla qualità dell’aria in vigore per Seattle scade venerdì mattina. La pioggia è prevista da venerdì pomeriggio a sabato, un sistema che secondo il National Weather Service dovrebbe “aiutare a migliorare ulteriormente la qualità dell’aria”.

Jason Samenow ha contribuito al reporting

Iscriviti per ricevere le ultime notizie sui cambiamenti climatici, l’energia e l’ambiente, fornite ogni giovedì

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *