Arte e pubblicità si scontrano in ‘Objects of Desire’

Goloso, no? Rossetti davvero rossi, ce ne sono cinque, nelle mani di uomini in giacca gessata e carbone della Banca Mondiale. Affascinante, un po’ sexy. Ma guarda un po’ più a lungo. Hai notato che i rossetti sono puntati l’uno verso l’altro? Come pugnali, o forse proiettili rossi. Guerra cosmetica. I due artisti italiani di Carta igenica (scusate, questo è il nome della loro rivista) non stanno facendo un annuncio per Revlon. Stanno facendo arte. L’opera prende il vocabolario degli annunci (colore brillante, superfici lucide, illuminazione slick) e lo manipola, lo riposiziona, lo riorganizza in opere d’arte che possono essere appese in un museo.

Si chiama la mostra LACMA (Los Angeles County Museum of Art). Oggetti del desiderio: la fotografia e il linguaggio pubblicitario. La curatrice Rebecca Morse afferma che la riconfigurazione è iniziata negli anni ’70, quando “la fotografia d’arte contemporanea aveva sviluppato parametri soffocanti”. Doveva essere in bianco e nero, doveva misurare 8×10, “e tutto il resto non era considerato arte”. Per rompere queste barriere, hanno preso vere pubblicità da riviste e cartelloni pubblicitari, le hanno rifotografate e manipolate e le hanno portate in gallerie e musei. Come mai? “Per convincere gli spettatori a guardarli in modo più critico di quanto faresti se stessi semplicemente sfogliando Voga.”

Sandy Skoglund, <em>Luncheon Meat on a Counter</em>, 1978, stampa a getto d’inchiostro, 25 5⁄8 × 33 1/4 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con fondi, fornito da Lynda e Robert M Shapiro” srcset=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/bbadb0d/2147483647/strip/true/crop/2100×1559+0+0/resize/1760×1306!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F17%2Fm2018_267_1-ss_custom-ba03707fa596f9a2dbda08108479374bd8ab7f7f.jpg 2x” width=”880″ height=”653″ src=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/21d8077/2147483647/strip/true/crop/2100×1559+0+0/resize/880×653!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F17%2Fm2018_267_1-ss_custom-ba03707fa596f9a2dbda08108479374bd8ab7f7f.jpg” loading=”lazy” bad-src=”data:image/svg+xml;base64,PHN2ZyB4bWxucz0iaHR0cDovL3d3dy53My5vcmcvMjAwMC9zdmciIHZlcnNpb249IjEuMSIgaGVpZ2h0PSI2NTNweCIgd2lkdGg9Ijg4MHB4Ij48L3N2Zz4=”/></p>
</picture>
<div class=

/ Sandy Skoglund

/

Sandy Skoglund

Sandy Sköglund, Pranzo a base di carne su un bancone1978, stampa a getto d’inchiostro, 25 5⁄8 × 33 1/4 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con fondi forniti da Lynda e Robert M. Shapiro

Ma… Spam? In trono su un letto di aspic? LACMA ha acquistato il quadro (tutti i lavori nel Oggetti mostra sono dalla collezione del museo). Sembra più appetitoso su una parete di un museo? Il cibo è un tema nello spettacolo. Gran parte è dura per i tuoi denti: zuccherina. Ma non questo.

Elad Lassry, <em>Persian Cucumbers, Shuk Hakarmel</em>, 2007, stampa con accoppiatore colorante, 9 7/8 × 1 1/4 × 1 1/2 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con i fondi forniti da Ralph M. Parsons Fund e Marc J. Lee, copyright Elad Lassry, immagine digitale” srcset=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/377790c/2147483647/strip/true/crop/2100×1687+0+0/resize/1760×1414!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fm2008_104_4-20170726-access_custom-ed313045acde98f9d614977cf5c2e6e7f730b894.jpg 2x” width=”880″ height=”707″ src=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/cf7e432/2147483647/strip/true/crop/2100×1687+0+0/resize/880×707!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fm2008_104_4-20170726-access_custom-ed313045acde98f9d614977cf5c2e6e7f730b894.jpg” loading=”lazy” bad-src=”data:image/svg+xml;base64,PHN2ZyB4bWxucz0iaHR0cDovL3d3dy53My5vcmcvMjAwMC9zdmciIHZlcnNpb249IjEuMSIgaGVpZ2h0PSI3MDdweCIgd2lkdGg9Ijg4MHB4Ij48L3N2Zz4=”/></p>
</picture>
<div class=

/ Associati del Museo/LACMA

/

Museo Associati/LACMA

Elad Lasry, Cetrioli Persiani, Shuk Hakarmel2007, stampa con accoppiatore di tintura, 9 7/8 × 1 1/4 × 1 1/2 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con fondi forniti dal Ralph M. Parsons Fund e Marc J. Lee, copyright Elad Lassry, immagine digitale



Molti negozi di alimentari pubblicizzano i loro prodotti: lattuga, pomodori, cetrioli. Ma quelli nel pezzo di Elad Lassry sono levigati come gioielli e hanno la straordinaria capacità di appoggiarsi l’uno contro l’altro in posizioni impossibili. Sono molto verdi. E non è facile essere verdi e stare in piedi, luccicanti.

I veri gioielli compaiono in Roe Ethridge’s Bracciale Celine per “Signora” ma non li vedi subito.

Roe Ethridge, <em>Braccialetto Celine per "Gentildonna",</em> 2014, stampa con accoppiatore colorante, 43 3/4 × 34 3/4 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con fondi forniti dal Ralph M. Parsons Fund, copyright Roe Ethridge, per gentile concessione dell’artista e Andrew Kreps, New York” srcset=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/0f6ba69/2147483647/strip/true/crop/1642×2100+0+0/resize/1760×2250!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fm2019_167-20191101-access_custom-1bacac1453440cb39605d87e23dc44a0dfdd145d.jpg 2x” width=”880″ height=”1125″ src=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/617eb31/2147483647/strip/true/crop/1642×2100+0+0/resize/880×1125!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fm2019_167-20191101-access_custom-1bacac1453440cb39605d87e23dc44a0dfdd145d.jpg” loading=”lazy” bad-src=”data:image/svg+xml;base64,PHN2ZyB4bWxucz0iaHR0cDovL3d3dy53My5vcmcvMjAwMC9zdmciIHZlcnNpb249IjEuMSIgaGVpZ2h0PSIxMTI1cHgiIHdpZHRoPSI4ODBweCI+PC9zdmc+”/></p>
</picture>
<div class=

/ Associati del Museo/LACMA

/

Museo Associati/LACMA

Ethridge di uova, Bracciale Celine per “Signora”, 2014, stampa con accoppiatore di tintura, 43 3/4 × 34 3/4 in., Los Angeles County Museum of Art, acquistato con fondi forniti dal Ralph M. Parsons Fund, copyright Roe Ethridge, per gentile concessione dell’artista e di Andrew Kreps, New York

L’uva è finta, anche gli acini. La pera è di marmo. L’accendisigari economico, tuttavia, è reale. Ed è un vero annuncio! Ma è strano. Il braccialetto color ambra pallido che serpeggia sulla destra è ciò che viene venduto. La curatrice Rebecca Morse sottolinea che nella pubblicità Ethridge utilizza lo stile della fotografia di moda e di prodotto, “illuminazione da studio, isolamento della figura, colori migliorati” e poi aggiunge “piccole interruzioni che rendono l’immagine sua”. Nel catalogo Etheridge dice, “le immagini migliori sono quelle in cui qualcosa va un po’ storto”.

È strano. Un atto d’accusa, forse, del mercantilismo della società? Morse pensa che parli di spendere per cose che non ti servono davvero. Gli annunci pubblicitari colpiscono le nostre insicurezze: se acquisti questo prodotto può risolvere quel problema (ciglia pallide, stomaco brontolante). “Le pubblicità sono colorate e imponente. Ma quando guardi davvero, le fotografie artistiche ci mostrano un consumo eccessivo, il pensiero che possiamo soddisfare i nostri desideri con i prodotti”, afferma Morse.

Robert Heinecken, <em>Recto/Verso #7: ‘Strong Teeth Make Good Art’, Anne Tucker,</em> 1988, stampa a distruzione di coloranti, 14 × 11 pollici, Los Angeles County Museum of Art, dono di Sue e Albert Dorskind, copyright Robert Heinecken Trust, per gentile concessione di Petzel, New York” srcset=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/0773190/2147483647/strip/true/crop/1650×2100+0+0/resize/1760×2240!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fac1993_204_3_7-20191119-access_custom-1ddd1407ef3dd354d70d9eae03352a633864b698.jpg 2x” width=”880″ height=”1120″ src=”https://npr.brightspotcdn.com/dims4/default/15091bf/2147483647/strip/true/crop/1650×2100+0+0/resize/880×1120!/quality/90/?url=https%3A%2F%2Fmedia.npr.org%2Fassets%2Fimg%2F2022%2F10%2F14%2Fac1993_204_3_7-20191119-access_custom-1ddd1407ef3dd354d70d9eae03352a633864b698.jpg” loading=”lazy” bad-src=”data:image/svg+xml;base64,PHN2ZyB4bWxucz0iaHR0cDovL3d3dy53My5vcmcvMjAwMC9zdmciIHZlcnNpb249IjEuMSIgaGVpZ2h0PSIxMTIwcHgiIHdpZHRoPSI4ODBweCI+PC9zdmc+”/></p>
</picture>
<div class=

/ Associati del Museo/LACMA

/

Museo Associati/LACMA

Robert Heinecken, Recto/Verso #7: “I denti forti fanno una buona arte”, Anne Tucker, 1988, stampa di distruzione del colorante, 14 × 11 pollici, Los Angeles County Museum of Art, dono di Sue e Albert Dorskind, copyright Robert Heinecken Trust, per gentile concessione di Petzel, New York

Mentre vedo Picasso, Morse vede qualcosa di snervante, persino triste in questa foto. È un esempio, dice, di “come le donne sono abituate a vendere prodotti”. Se Heinecken mostrasse solo una faccia – il profilo, bevendo soda – “andrebbe bene”. Ma i due occhi in bianco e nero, e la faccia di tre quarti colorata di perle, spingono il pezzo nel mistero e nel desiderio. “Ti fa fermare e pensare: ‘Cosa stiamo facendo con il nostro spazio, il nostro tempo e denaro, e le cose che siamo condizionati a desiderare?’ “chiede Morse.

Per me, il lavoro riguarda anche la verità e la realtà. Il compito della pubblicità è migliorare e manipolare entrambi. Verifichi se le perle sono vere strofinandole lungo il bordo dei denti superiori (non provarlo mentre mangi caramello). Se si sentono un po’ granulosi, sono vere perle. In caso contrario, beh … pensi che lo spam possa superare quel test?


Arte dove sei è una serie informale che mostra le offerte online nei musei che potresti non essere in grado di visitare.

Copyright 2022 NPR. Per saperne di più, visitare https://www.npr.org.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *