“Thorne Papa” Cliff Ridley ridefinisce il significato di relazioni positive tra studenti e personale – The Bowdoin Orient

Cora Dow
IL CIBO È DOVE È IL CUORE: Cliff Ridley, noto tra i dipendenti della mensa come “Thorne Papa”, si trova nel mezzo della Thorne Dining Hall. Quattro dipendenti della mensa studentesca stanno accanto a lui e sorridono. Ridley commenta le forti relazioni che ha costruito con gli studenti nel corso degli anni.

Nel corso dei suoi tredici anni con Bowdoin Dining, il supervisore del servizio Cliff Ridley è entrato in contatto con innumerevoli dipendenti della ristorazione studentesca, guadagnandosi l’amichevole soprannome di “Thorne Papa”.

“Questo è quanto mi avvicino ai ragazzi che lavorano con loro”, ha detto. “Sono lì per loro, qualunque cosa sia.”

Ridley, originario di Belfast, nel Maine, è venuto a Bowdoin Dining dopo aver prestato servizio nella Marina degli Stati Uniti come cuoco. Mentre era in servizio, prestò servizio a bordo della USS Kittiwake, ma gli ultimi quattro anni del suo servizio furono trascorsi presso la defunta Naval Air Station a Brunswick.

Ha iniziato la sua carriera in Bowdoin come responsabile della ristorazione prima di essere promosso supervisore della ristorazione e assumere il suo attuale ruolo di supervisore del servizio tre anni fa. Trascorre gran parte della sua giornata a programmare i dipendenti, organizzare le buste paga dei dipendenti e facilitare una pulizia efficiente, tutto ciò aiuta la Thorne Dining Hall a funzionare senza intoppi. Sebbene apprezzi questi doveri manageriali, Ridley ha notato che l’aspetto più importante del suo lavoro sono le relazioni che promuove con gli studenti.

“È stato fantastico lavorare con i bambini. Li guardo arrivare come primi anni e li guardo crescere e diventare propri. È semplicemente fantastico da guardare”, ha detto. “Conoscere [students] è ciò che lo rende utile”.

Shayla Pham ’25, una manager di sala da pranzo che lavora con Ridley, ha detto che la sua cordialità illumina sempre i turni di pranzo per lei e i suoi colleghi. Ha ricordato le storie di Ridley che faceva scherzi ai nuovi assunti e controllava come stanno andando le lezioni degli studenti.

“È così dolce e molto accomodante”, ha detto Pham. “Ricorda i volti di tutti e anche al di fuori del lavoro, dice ‘ciao’ tutto il tempo.”

Ridley invita spesso sia gli attuali studenti che gli ex alunni a falò e cene a casa sua con sua moglie, Christine, che lavora al Moulton. Non vede l’ora di ospitare più di questi incontri e di vedere più studenti convergere nelle sale da pranzo a seguito dell’allentamento delle restrizioni Covid-19.

“Durante la pandemia, è cambiato molto… Era così strano non avere studenti nelle mense. Ora sta tornando al modo in cui lo ricordavo”, ha detto Ridley.

Ridley ha notato che vede le sale da pranzo come una fonte di connessione per gli studenti di Bowdoin. Dal suo punto di vista, il personale della mensa fa tutto il possibile per promuovere la comunità, incluso trasformare le ricette della famiglia degli studenti in alimenti base della sala da pranzo, ad esempio pollo al burro e muesli.

Mentre tutto lo staff di Bowdoin Dining lavora per stabilire relazioni positive con gli studenti, Pham condivide la convinzione popolare e ferma che il coinvolgimento carismatico e attivo di Ridley con gli studenti abbia avuto un impatto unico e speciale.

“Ha un’intenzione attiva di conoscere persone diverse e parlare con tutti”, ha detto Pham.

Ridley spera di fare il possibile per aiutare gli studenti ad avere successo in tutto ciò che fanno.

“[I and the rest of Bowdoin Dining staff] amo vedere [students] entra sorridendo, ridendo e divertendoti”, ha detto Ridley. “Adoriamo vederli felici e, se non sono felici, vogliamo trovare qualcosa che possiamo fare per illuminare la loro giornata”.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *