L’indagine del 6 gennaio vede contatti tra i servizi segreti e i guardiani del giuramento

Membri del gruppo della milizia Oath Keepers tra i sostenitori del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, sui gradini del Campidoglio, a Washington, 6 gennaio 2021.

Jim Bourg | Reuters

Il comitato investigativo antisommossa del Campidoglio del 6 gennaio ha ottenuto documenti che mostrano che un membro della divisione di intelligence protettiva dei servizi segreti ha avuto più telefonate nel 2020 con membri degli Oath Keepers, un gruppo di miliziani di estrema destra, ha riferito NBC News venerdì.

Il comitato ristretto della Camera ha recentemente contattato i servizi segreti chiedendo i registri di tutti i contatti tra l’agenzia, che è responsabile della protezione del presidente, e Oath Keepers, ha riferito la NBC.

Fonti hanno detto che i documenti mostravano che il dipendente dei servizi segreti aveva contatti con membri di Oath Keeper diversi dal leader del gruppo, Stewart Rhodes, che attualmente è sotto processo per cospirazione sediziosa in relazione alla rivolta del 6 gennaio 2021 al Campidoglio.

Rhodes ei suoi coimputati sono accusati di complottare per fermare il legittimo trasferimento di poteri dall’ex presidente Donald Trump al Presidente Joe Biden.

La richiesta della commissione ai servizi segreti è stata incoraggiata da recente testimonianza al processo di Rodi dell’ex leader dei Guardiani del giuramento della Carolina del Nord, John Zimmerman.

Zimmerman ha descritto di aver visto Rhodes parlare al telefono con una persona che Zimmerman credeva essere un agente dei servizi segreti su ciò che i membri del gruppo di armi avrebbero potuto trasportare in un imminente raduno di Trump nel settembre 2020.

Politica della CNBC

Per saperne di più sulla copertura politica della CNBC:

La NBC ha riferito che i registri ottenuti dal comitato mostrano che le chiamate dei Guardiani del giuramento con il dipendente dei servizi segreti sono terminate prima di una manifestazione del 12 dicembre 2020.

Secondo la NBC, due funzionari dei servizi segreti hanno affermato che Oath Keepers ha effettuato numerose chiamate direttamente a un agente dopo aver ottenuto il loro numero.

Il portavoce dei servizi segreti Anthony Guglielmi ha detto alla NBC che i membri degli Oath Keepers “si sono rivolti alla logistica delle aree dimostrative e alle regole per partecipare agli eventi presidenziali”.

“Questa è un’attività comune tra i gruppi organizzati e gli agenti avanzati”, ha detto Guglielmi.

Frank Figliuzzi, un ex assistente direttore dell’FBI che attualmente è analista della sicurezza nazionale della NBC, ha detto al notiziario che mentre è comune per le forze dell’ordine parlare con un gruppo di protesta o un gruppo che funge da sicurezza per un evento, contatti regolari con un gruppo di miliziani come i Guardiani del Giuramento solleva preoccupazioni.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *