I San Diegan onorano le donne iraniane attraverso l’arte e la musica

Neda Iranpour di CBS 8 ci mostra come lo stanno facendo attraverso l’art.

CONTEA DI SAN DIEGO, California — Le immagini che vediamo dell’Iran ultimamente sono di donne e uomini coraggiosi che combattono contro un regime repressivo. Mentre rischiano la vita in Iran, molte persone qui a San Diego stanno cercando di onorarli. Neda Iranpour di CBS 8 ci mostra come lo stanno facendo attraverso l’art.

Opere d’arte di donne, dedicate alle donne.

“Le donne si sono riunite, hanno aiutato a raccogliere fondi per comprare il lavoro di Pouran Jinchiuna donna lei stessa”, afferma il dottor Ladan Akbarnia, curatore di Arte islamica e dell’Asia meridionale presso il Museo d’arte di San Diego.

“Non c’è sempre stato uno spazio dedicato all’Iran”, dice. Non è stato fino al 2016 quando le opere d’arte iraniane sono state esposte qui. Queste tessere sono state tra le prime “membri della comunità sono venuti a conservare questo pannello e quando è arrivato, è venuto a pezzi”.

Le piastrelle mostrano balli e banchetti nel XV secolo. E ora con un tocco moderno, le persone possono guardare le immagini muoversi attraverso l’app del museo, “puoi ascoltare la musica e puoi vederli ballare e ondeggiare”.

Tutte queste opere d’arte raccontano storie.

In un altro pezzo di Shadi Yousefian: Fading Memories (2019), “cattura il senso di dove appartengo?” disse il dottor Akbarnia.

Utilizzando le sue fotografie reali, l’artista le taglia e poi le ricostruisce per costruire una nuova composizione.

“O fa sentire orgoglioso qualcuno della regione in un paese lontano dalla madrepatria o qualcuno che non ne sa nulla sente di averne diritto anche lui. Fa parte della nostra storia globale”, descrive il dottor Akbarnia.

E proprio ora, mentre si svolge la rivoluzione iraniana, stiamo tutti assistendo alla storia mentre gli iraniani tentano di rovesciare il regime della Repubblica islamica. Le donne stanno aprendo la strada nella lotta per la loro libertà.

Libertà di portare i capelli come desiderano, viaggiare come desiderano, studiare come desiderano ed esprimersi liberamente. Ciò include attraverso l’arte e la musica.

Anahita Babaei con il Centro culturale persiano di San Diego afferma sul palco prima di un’esibizione musicale all’SDMA, “quest’anno siamo solidali per il grido delle donne iraniane per i loro diritti e libertà di espressione”.

Anche la dottoressa Akbarnia era sul palco per quella che viene chiamata la raccolta fondi “Mehregan” e ha detto: “Tante donne e iraniani stanno combattendo, rischiando la vita per avere i diritti umani più elementari e per essere se stessi in Iran. È una cosa così piccola da fare per noi, ma come donna i tuoi capelli potrebbero significare molto per te… e voglio solo farlo in onore di Mahsa Amini e di tutte le donne, questo è per loro”, mentre mostra un pezzo dei suoi capelli.

Sebbene questo gruppo di iraniani mostri solidarietà, non possono fare a meno di preoccuparsi per la sicurezza dei loro cari.

Shahri Estakhry dice: “Sono come tutti gli altri su spilli e aghi, siamo tutti su spilli e aghi senza sapere cosa accadrà. Odio vedere la gente del mio paese essere distrutta in quel modo ed è così difficile parlarne, non riesco a smettere di piangere ogni volta che ci penso. Non è giusto, non è giusto”.

Estakhry si è trasferita negli Stati Uniti quando aveva solo 13 anni, “se non posso essere lì, farò ciò che è giusto ciò che si può fare per unire le culture, questo è stato il mio obiettivo per la mia vita ho 80 anni vecchio.” Ha contribuito ad avviare la Scuola Iraniana di San Diego, è parte integrante del Comitato Culturale Persiano, sostiene il fondo di borse di studio iraniano-americano, ha fondato il Fondo dollaro al mesee ha svolto un ruolo importante nel portare l’arte iraniana a San Diego.

Estakhry dice: “Amo le arti e penso che sia un ponte per le comunità per conoscersi l’un l’altro e per portare la pace l’una con l’altra”.

La pace è il loro desiderio per un paese che amano.

“Gli esseri umani hanno bisogno di amarsi e gli esseri umani hanno bisogno di prendersi cura l’uno dell’altro”, ha detto Estakhry.

Puoi vedere l’arte iraniana insieme a gallerie di tutto il mondo al San Diego Museum of Art nel Balboa Park di San Diego.

GUARDA RELAZIONATO: San Diegan descrive l’attuale regime iraniano (ottobre 2022)

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *