Benvenuti a Wild Ride di Carson Wentz

Di Ralph Vacchiano
FOX Sports NFC East Writer

Carson Wentz pensava di avere un touchdown nel momento in cui la palla ha lasciato le sue mani. Anche Ron Rivera sembrava pensarla così. Nessuno dei due ha visto il linebacker dei Titans che stava per eliminare Wentz e spingere il Comandanti condire fino all’orlo.

“Quello”, ha detto Wentz dopo la partita di domenica, “è stato un ottovolante emotivo”.

Benvenuti a Wild Ride di Carson Wentz.

In quella che è stata una tipica esibizione di Wentz, ha dato molto carburante ai suoi sostenitori prima di accendere un fuoco furioso per i suoi critici. Completò 25 dei 38 passaggi per 359 yard e due touchdown e guidò un eccezionale drive da 17 play e 87 yard che aveva i comandanti sull’orlo di una meravigliosa vittoria da dietro.

Quindi il suo ultimo passaggio, dalla linea delle 2 yard, è stato eliminato dal linebacker David Long sulla linea di porta, consentendo ai Titans di fuggire da Washington con una vittoria per 21-17.

E proprio così, i Commanders erano 1-4, nel seminterrato della NFC East, a pensare se la loro stagione fosse già persa. Wentz “ha avuto i suoi momenti”, ha detto Rivera. “Ci sono state alcune cose che ha fatto davvero bene”.

Sono solo le altre cose e i momenti che trasformano l’esperienza di Wentz in un viaggio a volte nauseante e da far girare la testa.

“Penso che il nostro quarterback abbia fatto delle cose buone”, ha detto Rivera lunedì pomeriggio. “Ci sono state un paio di partite in cui ha lottato… Ma il modo in cui si è esibito ieri? Ti mostra solo di cosa è capace”.

OK, forse è vero. Ma Rivera ha ancora aperto orecchie e occhi lunedì quando gli è stato chiesto perché le altre squadre della NFC East siano state apparentemente in grado di ricostruire le loro franchigie più velocemente di quanto non sia stato in grado di fare con i Commanders. Ha dato una risposta di una sola parola, che cattura i titoli:

“Terreno”.

Rivera ha continuato spiegando che Eagles, Giants e Cowboys hanno avuto più tempo per costruire attorno ai loro quarterback, e questo include a Dallas, dove il Cowboy sono in una corsa 4-0 con backup Cooper Rush. Wentz è stato con i comandanti solo per sette mesi.

Ma il tempo dei comandanti sta già finendo nel 2022.

Le lotte di Wentz contro Eagles e Cowboys, i suoi sei intercetti (il secondo peggior in campionato) e la sua scelta di fine partita di domenica hanno suonato l’allarme. Ha anche riaperto la questione se la decisione offseason dei comandanti di scambiare con Wentz e il suo tetto salariale di $ 28,2 milioni fosse la scelta giusta.

“Non ho rimpianti per il nostro quarterback”, ha detto Rivera. “Lo abbiamo scelto perché crediamo in lui”.

Presumibilmente hanno preso la decisione con gli occhi aperti, sapendo il quarterback che stavano acquisendo dal Puledri di Indianapolis non è sempre stato bravo come sembrava a volte. È vero che quando è bravo, Wentz può essere molto, molto bravo. Ma troppo spesso, nei grandi punti e nelle partite importanti, il suo gioco o le sue decisioni diventano pessime.

Ed è esattamente quello che è successo domenica, in una partita che i comandanti dovevano assolutamente vincere. Giocare senza due dei suoi migliori bersagli: ricevitore esordiente Jahan Dotson e estremità stretta Logan Thomas — e con un gioco di corsa che non riusciva affatto ad andare avanti (17 carry, 43 yard), Wentz ha fatto tutto il possibile per vincere la partita. Ha anche lanciato due touchdown al sostituto di Dotson, Diami Marrone.

Il suo gioco è stato abbagliante se si ignora il suo ultimo passaggio, il che, ovviamente, è impossibile da fare. Rivera non ha torto sul fatto che Long abbia fatto “un gioco diabolico… non solo ha suonato Terry (McLaurin), ma è stato in grado di fiondarsi per fare un gioco sulla palla”.

Rivera ha anche difeso la decisione di Wentz, dicendo: “Se questa è la lettura che hai e questo è il tiro che farai, è una decisione abbastanza buona”.

Ma lo era davvero? Il gioco è stato chiaramente progettato per tornare a correre JD McKissic, dal momento che Wentz non gli ha mai staccato gli occhi di dosso. E McKissic, che si è schierato alla sinistra di Wentz, era davvero aperto, anche se non esattamente “aperto”, come ha descritto Rivera dopo la partita. Era sulla linea delle 2 yarde quando Wentz ha iniziato la sua carica, ed è stato diretto verso una collisione sulla linea di porta con il cornerback dei Titans Kristian Fultonche era caduto di un metro nella end zone, ma si stava avvicinando velocemente.

Non è affatto chiaro se McKissic avrebbe segnato o addirittura tenuto la palla se il passaggio fosse stato superato, il che lo rende un playcall problematico con nove secondi rimanenti poiché i comandanti non avevano timeout. Se è completato e McKissic non segna, il gioco è finito.

Ma non importava perché Long, che era schierato all’interno di McKissic, vide chiaramente dove stava guardando Wentz, spinse via McLaurin e si stava già appoggiando indietro nella direzione di McKissic, forse a un metro e mezzo di distanza, quando Wentz iniziò a gettare.

Wentz avrebbe dovuto vederlo? Ovviamente è più facile descrivere la commedia dopo aver visto il film al rallentatore di quanto lo sia per un quarterback vedere in tempo reale. Poi di nuovo, Wentz riceve quei $ 28,2 milioni per poter vedere tutto rapidamente e fare la scelta corretta.

C’è di più nella critica a Wentz di un solo lancio, però.

L’offesa dei Commanders è stata un disastro nelle due settimane precedenti, in perdite contro gli Eagles e i Cowboys. E mentre gran parte della colpa è stata giustamente attribuita alla linea offensiva fatiscente – Wentz è stato esonerato 11 volte e colpito 28 volte in quelle partite – il quarterback meritava almeno un po’ di colpa per aver tenuto la palla troppo a lungo.

Ma anche domenica, quando non è stato messo sotto pressione così spesso, c’era ancora uno scollamento tra le sue statistiche finali ei risultati. I comandanti sono stati un doloroso 1 su 11 al terzo down. Wentz era 3 su 9 per 17 yard sul terzo down, con uno snap fumble, un sack e quell’intercettazione di fine partita. Solo uno dei suoi tre completamenti è andato effettivamente per un primo down, e quello è stato sul drive finale con 24 secondi rimasti.

I comandanti hanno anche raggiunto la zona rossa solo una volta in 11 drive: i passaggi di touchdown di Wentz per Brown erano di 30 e 75 yard. E in quel viaggio solitario nella zona rossa sul disco finale, Wentz era 0 su 3, con quell’intercetto. I comandanti hanno raggiunto la linea delle 2 yard solo grazie a una chiamata di interferenza di passaggio difensivo sulla linea di porta su Fulton su quello che avrebbe potuto essere un passaggio imprendibile.

Vedi lo schema? I critici di Wentz sì. Gioca alla grande, ma poi non lo fa nei punti chiave, specialmente nei veri big quando le partite sono in gioco. È una critica che Wentz ha già sentito molte volte e che ha insistito sul fatto di aver imparato a gestire meglio nel corso degli anni.

“Penso che non dubitare mai di te stesso, non perdere mai la fiducia, cercando sempre di essere lo stesso”, ha detto Wentz. “Che tu vinca e sia al massimo o al minimo, non importa come appare, cerca di essere sempre lo stesso. Entra pronto per lavorare e continuare a migliorare e non perdere mai la fiducia in te stesso.”

Per ora ha anche la fiducia dei Comandanti. Ma per quanto tempo? Parte del fascino della decisione dei comandanti di scambiare per Wentz era che non aveva soldi garantiti sul suo contratto dopo questa stagione. Ciò significa che Rivera e i comandanti dovranno decidere se è il quarterback giusto su cui costruire, se può guidarli a un campionato e se vale la pena tenerlo nel 2023.

Queste sono domande per dopo, però.

Per ora, Rivera ha insistito: “Vedi alcuni dei comandi che Carson ha nel gioco” e ha insistito sul fatto che “sta iniziando a cogliere e avere la sensazione di (l’attacco)”. Sembra credere che, col tempo, Wentz possa essere l’unico a trasformare i comandanti in contendenti.

“La verità è che questo è un campionato guidato da quarterback”, ha detto Rivera. “Se guardi alle squadre che sono state in grado di sostenere il successo, sono state in grado di costruirlo attorno a un quarterback specifico.

“Ora abbiamo un ragazzo su cui pensiamo di avere la possibilità di costruire”.

Apparentemente ci vorrà un po’ più di tempo ed è probabile che sia un giro molto accidentato.

Ralph Vacchiano è il reporter della NFC East per FOX Sports, che copre Washington Commanders, Philadelphia Eagles e New York Giants. Ha trascorso i sei anni precedenti coprendo Giants e Jets per SNY TV a New York e, prima ancora, 16 anni coprendo Giants e NFL per il New York Daily News. Seguilo su Twitter all’indirizzo @RalphVacchiano.


Ottieni di più dalla National Football League Segui i tuoi preferiti per ottenere informazioni su giochi, notizie e altro ancora



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *