GIARDINAGGIO: UN’ERBA PER AROMI E SAPORI – Quotidiano

L’origano cubano ama molta luce solare diretta | Foto dello scrittore

Sulla strada da Jhang a Toba Tek Singh, ci siamo fermati per una tazza di tè e una deliziosa e salata delizia nota come ajwaain pakorray o frittelle di semi di carambola.

Più tardi, ho appreso che le frittelle non contenevano semi di carambola. Invece, l’intera foglia di origano cubano viene utilizzata in queste frittelle per via del suo gusto e aroma pronunciati. L’origano cubano viene spesso scambiato per semi di carambola, principalmente in Punjab.

Conosciuto anche come borragine indiana, menta messicana e timo spagnolo, l’origano cubano viene chiamato ajwaain nei nostri vivai e negozi di giardinaggio locali.

L’origano cubano non è vero origano che viene utilizzato come condimento in pizze e pasta. Né è menta (Mentha), borragine (Borago) o timo (Thymus). Invece, è Coleus amboinicus, una specie della pianta del coleus. Ha un profumo forte e un gusto altrettanto forte.

L’origano cubano può aggiungere sapore ai tuoi piatti tutto l’anno, mentre i suoi potenti oli sono repellenti per le zanzare

L’aroma dell’origano cubano è due volte più forte e quindi è usato per le frittelle, nel tè e come condimento per il calcio in più in diverse cucine. Può sembrare una versione ingrandita e aromatica dell’origano, ma l’origano cubano appartiene alla specie coleus.

Questa erba perenne semisucculenta, rustica, facile da coltivare e che richiede poca manutenzione, appartiene alla famiglia delle Lamiaceae. Essendo una pianta invasiva, può tollerare l’abbandono e può sopravvivere con un’irrigazione minima. In casa va coltivata in vaso o contenitore piuttosto che nel terreno o in spazi vuoti, perché si propaga molto facilmente e non lascerà spazio per la crescita di altre piante.

Puoi coltivarlo da un seme, ma la propagazione è uno dei metodi più semplici e favorevoli. Possono essere utilizzati piccoli contenitori, borse o vasi di plastica di dimensioni da tre a quattro pollici, il che renderà facile il trapianto della giovane pianta in uno spazio più grande. Uno stelo di circa quattro o sei pollici con cinque o sei nodi sarebbe sufficiente per la propagazione.

Foglie aromatiche di origano cubano

In questo metodo, gli steli vengono piantati nel terreno. Presto piccole radici crescono dai nodi sugli steli. Una volta che le radici si sviluppano completamente, c’è la crescita di nuove foglie e germogli dallo stelo, ed è il momento di trapiantarlo in un contenitore più grande. La nuova dimensione del vaso o del contenitore dovrebbe essere di almeno sei-otto pollici sia in profondità che in larghezza.

Durante il trapianto, non devi preoccuparti che le radici vengano danneggiate, poiché la pianta continuerà a prosperare in condizioni favorevoli. Si consiglia di piantare non solo uno, ma alcuni steli contemporaneamente, per compensare l’eventuale perdita di talee a causa della putrefazione dello stelo o dell’attacco fungino.

Piccola pianta di origano cubano in vaso

È meglio usare per la semina un terriccio ricco di sostanze organiche, che ha un pH compreso tra 6 e 7,5. Dopo aver spostato la pianta in un contenitore più grande, per i primi giorni va tenuta all’ombra o sotto altre piante per permetterle di adattarsi al nuovo ambiente. Successivamente, dovrebbe essere gradualmente spostato nella sua posizione permanente alla luce del sole. La pianta cresce in condizioni calde e umide e fiorisce bene dalla zona 9 alla zona 11. Può crescere da due a quattro piedi di altezza.

Ogni 10-15 giorni, la pianta ha bisogno di fertilizzanti ricchi di azoto, che possono includere letame di vacca decomposto o letame di pollo decomposto. Mantieni il terreno ben drenato e puoi anche aggiungere il vermi-compost. Poiché non c’è fruttificazione e l’erba non è piantata per i suoi fiori, non c’è bisogno, quindi, di fertilizzanti ricchi di potassio o fosforo. Raramente, però, la pianta può produrre bellissimi fiori rosa-viola.

Un raro fiore di origano cubano

Rispetto alle foglie vecchie e mature, le foglie giovani e verdi vengono solitamente raccolte per il loro aroma forte e il gusto migliore, ma dovrebbero essere utilizzate quantità limitate: il sapore è forte. Le foglie possono anche essere asciugate e conservate per un uso successivo.

Tradizionalmente, il metodo per essiccare le foglie di origano cubano è quello di strappare il numero richiesto di foglie dalla pianta e fare un piccolo mucchietto mentre si legano insieme la parte picciolo di tutte le foglie. Questo grappolo va appeso in un luogo fresco, asciutto e ben ventilato, per evitare attacchi di muffe o funghi. Una volta essiccate, le foglie possono essere conservate in un barattolo ermetico.

In alternativa, un metodo che fa risparmiare tempo e molto più semplice è quello di stendere le foglie in una teglia e metterle in forno, disidratatore o forno a microonde per pochi secondi.

Non ci sono quasi attacchi di parassiti o malattie sulla pianta di origano cubana. Ma si può spruzzare la pianta con pesticidi organici ogni due settimane per respingere attacchi di parassiti o malattie. Alcune persone tengono in casa piante di origano cubano, poiché i suoi potenti oli aiutano a respingere le zanzare.

La pianta va annaffiata quando il terreno si asciuga completamente. La pentola dovrebbe avere fori di drenaggio in modo che l’acqua in eccesso venga drenata. Cresce bene in almeno quattro o sei ore di luce solare diretta, dalla mattina a mezzogiorno.

L’origano cubano è un’erba indispensabile per tutti i nuovi giardinieri di cucina e altamente raccomandato per aggiungere più verde al tuo orto.

Si prega di inviare le vostre domande ed e-mail a kalishahid@hotmail.com. Lo scrittore è un medico e conduttore del canale YouTube “DocTree Gardening” che promuove l’orticoltura biologica

Pubblicato in Dawn, EOS, 9 ottobre 2022

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *