Giardinaggio: risparmia ora i semi per i fiori del giardino del prossimo anno

Se ami i fiori del tuo giardino ma non ti piace l’idea di spendere soldi per quelli nuovi, perché non salvare i loro semi per piantarli l’anno prossimo?

Per massimizzare le probabilità che le nuove piante crescano fedeli ai loro genitori, raccogli solo semi da quelli etichettati come “cimelio di famiglia” o “eredità”. I semi di cultivar ibride, che risultano dall’allevamento di due o più varietà, produrranno piante che assomigliano solo a uno dei genitori della pianta, quindi non hai modo di sapere con cosa finirai.

Tuttavia, non ci sono garanzie. L’ibridazione accidentale può verificarsi nel tuo giardino quando il vento o gli insetti trasferiscono il polline tra le varietà. Per evitare ciò, pianta solo una varietà della pianta da cui prevedi di raccogliere i semi.

Ma se non ti dispiace le sorprese, vai avanti e sperimenta: potresti creare una bellissima nuova pianta!

Come per gran parte del giardinaggio, il tempismo è tutto. È meglio raccogliere i semi in una giornata asciutta e soleggiata. E indipendentemente dai semi che stai raccogliendo, lasciali maturare e asciugarsi completamente sulla pianta. Altrimenti, potrebbero non germogliare. Aspetta troppo a lungo, tuttavia, e potresti perderti.

Dopo aver raccolto e separato il materiale non semi come petali e bucce, spargere i semi su uno schermo o un giornale in un unico strato e lasciare asciugare per circa una settimana.

Quindi metterli in una busta di carta o in un barattolo di vetro sigillato (io ho messo la busta nel barattolo) e conservare in un luogo fresco e asciutto. Un frigorifero è l’ideale, purché i semi possano essere tenuti lontani dalla frutta, che trasuda gas etilene che può influire sulla loro germinazione. L’aggiunta di una confezione di gel di silice per il primo o due giorni di conservazione aiuterà a prevenire la formazione di muffe.

Etichetta le buste o i barattoli perché indipendentemente da quanto sei sicuro di ricordare cosa sono in primavera, probabilmente non lo farai.

I semi raccolti possono rimanere vitali per diversi anni se conservati correttamente, ma il loro tasso di germinazione complessivo diminuirà. Per ottenere i migliori risultati, pianta i semi raccolti l’anno successivo.

Inoltre, assicurati di lasciare alcune teste di semi in piedi per nutrire gli uccelli durante l’inverno. Ti ricompenseranno con il controllo gratuito dei parassiti nel tuo giardino l’anno prossimo.

Ulteriori informazioni sulla raccolta di semi da diversi tipi di piante:

Sebbene molte piante perdano naturalmente i loro semi secchi, alcune, come papaveri della California, cleome, impatiens e bluebonnets del Texas, producono baccelli che si aprono quando sono maturi, vomitando semi fino a 20 piedi di distanza. Dal momento che è difficile sapere esattamente quando ciò accadrà, dovrai tenere d’occhio i baccelli e raccogliere quando sembra che stiano per dividersi. Ma fa attenzione; molti tipi di baccelli si apriranno al minimo tocco e buona fortuna a trovare i semi sparsi se ciò accade.

Invece, lega un piccolo sacchetto di carta o un sacchetto per la raccolta dei semi in rete appositamente realizzato sopra il baccello quando è quasi maturo. Se l’esplosione si verifica quando ti volti le spalle, la borsa conterrà i semi.

Altre piante, come i girasoli messicani e le coneflowers, producono teste di semi spinosi. Per evitare di morderti le dita, taglia l’intera testa matura e lasciala cadere in un sacchetto di carta, quindi scuotila per allentare e separare i semi.

In generale, i semi di fiori simili a margherite come girasoli, coneflowers e, beh, margherite hanno tassi di germinazione relativamente bassi. Scegli il più grassoccio per la semina o semina in più per l’assicurazione.

Alcuni fiori, come le calendule, producono semi attaccati a strutture a bastoncino sulla parte più interna dei loro petali strettamente raggruppati. Per esporli, rimuovi tutti i petali secchi e apri la testa del seme per rilasciare le bacchette all’interno. Quindi asciugare, conservare e piantare l’intera struttura.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *