Aggiornamenti in tempo reale: la guerra della Russia in Ucraina

Il controllo nucleare delle Nazioni Unite ha condannato i nuovi bombardamenti vicino alla centrale nucleare ucraina di Zaporizhzhia, che ha appena disconnesso la centrale dalla rete elettrica ucraina, secondo il suo operatore.

La ripresa dei bombardamenti è “tremendamente irresponsabile”, ha detto sabato il direttore generale dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica Rafael Grossi in un comunicato stampa.

L’ultima linea elettrica che collega l’impianto alla rete elettrica ucraina è stato danneggiato e disconnesso sabato a causa degli attacchi delle forze russe, secondo l’operatore nucleare ucraino Energoatom. L’impianto ora fa affidamento su generatori diesel.

“La ripresa dei bombardamenti, che colpisce l’unica fonte di energia esterna dell’impianto, è tremendamente irresponsabile. La centrale nucleare di Zaporizhzhia deve essere protetta”, ha detto Grossi sabato.

“Tutti i sistemi di sicurezza dell’impianto continuano a ricevere energia e funzionano normalmente, gli esperti dell’AIEA sono stati informati dal personale operativo ucraino senior del sito”, ha aggiunto nel comunicato.

“Sebbene i sei reattori siano in fase di spegnimento a freddo, richiedono ancora elettricità per funzioni vitali di sicurezza e protezione nucleare. I generatori diesel dell’impianto hanno ciascuno carburante sufficiente per almeno dieci giorni. Gli ingegneri della ZNPP hanno iniziato a lavorare per riparare la linea elettrica da 750 kV danneggiata”, secondo il comunicato.

Grossi ha sottolineato che l’impianto “deve essere protetto” e ha aggiunto che “si recherà presto nella Federazione Russa, per poi tornare in Ucraina, per concordare una zona di sicurezza nucleare e di protezione intorno all’impianto. Questo è un imperativo assoluto e urgente”.

Cosa dicono i funzionari russi: L’impianto può essere rimesso in funzione, ha affermato Vladimir Rogov, che è un alto funzionario filo-russo nel governo regionale di Zaporizhzhia.

“Ora la centrale nucleare è tornata alla modalità di funzionamento di emergenza. L’ultimo elettrodotto che lo collegava con la sponda destra, con i territori controllati da [Ukrainian President Volodymyr] Il regime di Zelensky è stato tagliato. Per ora, la centrale nucleare può essere alimentata solo da generatori diesel, e questo è un mezzo insolito”, ha detto Rogov parlando allo spettacolo pro-Cremlino “Soloviev Live” sabato.

“Abbiamo tutte le possibilità per ripristinare la centrale nucleare e metterla in funzione”, ha aggiunto.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *