I ricercatori d’arte scoprono che uno dei dipinti dell’artista olandese Vermeer non è in realtà suo

Elogiato per essere un genio solitario, si ritiene che l’artista olandese Johannes Vermeer abbia avuto un collaboratore, forse un assistente o uno studente, che ha dipinto una delle sue opere più iconiche.

La scoperta è stata fatta da un team di curatori, conservatori e scienziati della National Gallery of Art di Washington, DC Il dipinto in questione, Ragazza con un flautoinsieme alle sue opere autenticate per il confronto, è in mostra al museo in una nuova mostra chiamata I segreti di Vermeer.

“Cambia radicalmente la nostra comprensione di Vermeer”, ha detto Kaywin Feldman, direttore della National Gallery of Art, in un comunicato stampa.

Vermeer è noto per aver catturato la sottile bellezza della vita domestica olandese nel metà del XVII secolo. È più conosciuto per La ragazza con l’orecchino di perlache è stato chiamato la “Monna Lisa olandese”.

Per molto tempo, gli studiosi hanno creduto che Vermeer lavorasse da solo. Non c’erano registrazioni di studenti registrati dalla gilda nella città natale di Vermeer e nessuna menzione di assistenti da parte dei visitatori nel suo studio.

Ma negli ultimi due anni, i ricercatori hanno approfittato delle chiusure legate al COVID del museo per dare un’occhiata più da vicino alle opere d’arte di Vermeer.

Fu allora che la squadra lo concluse Ragazza con un flauto non avrebbe potuto essere realizzato da Vermeer perché il dipinto mancava della precisione e dell’applicazione della vernice tipiche dell’artista.

La scoperta è in parte scioccante perché solo circa 35 dipinti conosciuti sono stati attribuiti a Vermeer.

Copyright 2022 NPR. Per saperne di più, visitare https://www.npr.org.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *