Draymond Green si allontana da Warriors dopo aver preso a pugni Jordan Poole

Di Melissa Rohlin
Scrittore FOX Sports NBA

Draymond Green era inorridito anche dal video. Si guardò mentre si lanciava Jordan Poole a Golden State Warriors allenati mercoledì e prendi a pugni un uomo di nove anni più giovane e 36 libbre più leggero.

Ha visto quanto male esso guardato. Quanto male lui guardato. In quel momento, era perso nelle sue emozioni. Ma dopo TMZ ha ottenuto un video dell’incidente, osservava le sue azioni nella dura luce della realtà, non distorto dalla sua rabbia. È stato spaventoso, come lo è stato per i milioni di altre persone che l’hanno visto.

“Ho fallito come leader”, ha detto Green. “Ho fallito come uomo”.

Green ha guardato il video almeno 15 volte. Era turbato dal fatto che la famiglia di Poole dovesse vederlo. Immaginò come si sarebbe sentita sua madre a guardare lui farsi prendere a pugni. A sua moglie ora viene detto che è solo questione di tempo prima che sarà vittima della violenza di Green. Si è scusato con la famiglia di Poole e la sua stessa famiglia.

Green ha parlato per quasi 40 minuti al Chase Center sabato, affrontando l’incidente per la prima volta. Era crudo, schietto, vulnerabile e pieno di rimpianti. Ha detto che si prenderà qualche giorno lontano dai Warriors per far guarire tutti.

“Sono un essere umano molto imperfetto”, ha detto Green.

[The Warriors are once again grappling with the duality of Draymond]

Green non ha trovato scuse per se stesso. Ha detto che mercoledì si trovava in uno “spazio molto, molto brutto mentalmente” a causa di problemi nella sua vita personale. Ha detto che ha bisogno di imparare a controllarsi. Come riconoscere quando è su un grilletto a forcina. Come impedirsi di fare di nuovo una cosa del genere.

Quando gli è stato chiesto cosa lo avesse scatenato, ha rifiutato di raccontare la sua versione della storia. Ha detto che sarebbe stata una “tattica di simpatia”.

“Non cerco simpatia”, ha detto Green. “… Se qualcuno merita un po’ di simpatia, è Jordan, è questa squadra.”

Ha intenzione di usare il suo tempo lontano dalla squadra per pensare. Sa che le sue azioni hanno interrotto la fiducia tra lui e Poole, qualcuno che sostiene di aver preso sotto la sua ala quando i Warriors hanno selezionato Poole come la 28a scelta assoluta nel draft 2019.

“Le persone ferite feriscono le persone”, ha detto Green. “Quella mattina mi trovavo in uno spazio molto controverso in cui dovevo affrontare alcune cose che mi sono molto vicine e care, e ho ferito qualcuno perché ero in un luogo ferito. Per questo, mi sono scusato. E tu ti scusi con le parole, ma, alla fine, le tue azioni mostrano le tue scuse”.

Green ha detto che ha sempre lottato per controllare le sue emozioni.

Ha detto che interiorizza le cose. È più a suo agio così. Si sente più sicuro quando le persone non sanno cosa sta provando. Ma le cose inevitabilmente si gonfiano ed esplodono. Sa che deve apportare modifiche.

“Una cosa che mi manca è come far uscire le emozioni”, ha detto Green, che è stata cresciuta al di sotto della soglia di povertà da una madre single per gran parte della sua infanzia a Saginaw, nel Michigan. “… Il modo in cui sono cresciuto, affrontando le cose con cui ho dovuto fare i conti, impari a interiorizzare un sacco di cose.”

Green ha detto che intende fare una riflessione profonda. Non è chiaro per quanto tempo sarà lontano dalla squadra. Ha detto che spera di giocare nell’apertura della stagione contro il Los Angeles Lakers il 18 ottobre, ma nulla è stato deciso.

Quando Green si è scusato con Poole and the Warriors giovedì, ha detto che “non ha ottenuto molto” da Poole, né si aspettava di farlo. Vuole dargli tempo per lavorare nonostante i suoi sentimenti. Green immaginava quanto sarebbe stato a disagio quando i Warriors avrebbero ricevuto i loro anelli del campionato insieme alla sua famiglia e alla famiglia di Poole.

“C’è questa nuvola scura nella stanza”, disse Green. “E l’ho causato io.”

Quando Green torna in squadra, ha detto che spera di poter riconquistare la fiducia di tutti. Ha chiarito che la sua disputa con Poole non aveva nulla a che fare con il fatto che entrambi fossero in attesa di proroghe del contratto, liquidandolo come “odio per la situazione di un altro uomo”, che è “qualcosa che semplicemente non fai”.

In effetti, quando a Green è stato chiesto cosa prova per Poole, ha detto che non c’è altro che amore lì, almeno da parte sua. Ha sottolineato che i loro armadietti sono stati uno accanto all’altro dal Day 1 per un motivo.

“Sono il ragazzo che ha sostenuto Jordan quando è stato mandato in G League e nessuno pensava che avesse una possibilità”, ha detto Green. “Sono il ragazzo che lo chiama, ‘Ehi amico, dovresti farlo’ o ‘Buon gioco'”.

Green ha detto che non ha ancora idea di come si senta Poole riguardo alla situazione. Sa che spetta a Poole decidere se lo perdona. Ad ogni modo, ha detto che cercherà comunque di aiutare Poole ogni volta che potrà.

Quando sabato è stato chiesto all’allenatore dei Warriors Steve Kerr se la fiducia della squadra nei confronti di Green fosse stata compromessa, ha detto: “Nessun commento”. Quando gli è stato chiesto come sono state accolte le scuse di Green, ha detto: “Non sono affari di nessuno tranne che nostri”.

Kerr è stato tagliato. Ma ha chiarito una cosa: era profondamente sconvolto dal fatto che il video del pugno di Green fosse trapelato. (Le fonti hanno detto a FOX Sports Friday che la squadra sta indagando su come è uscito il video.) Ora l’intera squadra viene trascinata nel fango.

Il video punch di Draymond esce tramite TMZ

Chris Broussard, Nick Wright e Kevin Wildes reagiscono al filmato scioccante.

Kerr ha detto che i Warriors hanno un problema con le perdite, sottolineando che la scorsa stagione, Andrea WigginsE’ uscita anche la resistenza a farsi vaccinare contro il COVID. Kerr ha aggiunto di aver assistito a più di 20 risse durante gli allenamenti nei suoi 32 anni in giro per la lega, e mai prima d’ora un video è stato rilasciato al pubblico.

“È come se avessi una macchina fotografica nella tua famiglia e ci fosse una disputa familiare, vorresti davvero discuterne con il mondo?” chiese Kerr. “No, certo che no. Vuoi gestirlo internamente.”

Per quanto riguarda i Warriors, né Kerr né Green pensano che ciò influirà sulle loro possibilità di competere per un titolo in questa stagione. Il cuore della squadra di Green, Stefano Curry e Klay Thompson ha attraversato molti drammi, molte ferite e molte battute d’arresto, ma ha perseverato per diventare la dinastia di questa generazione, raggiungendo le finali NBA sei degli ultimi otto anni e vincendo quattro campionati.

“Questo non influirà sulla vittoria”, ha detto Green. “I vincitori vincono. I vincitori trovano un modo. E noi vinceremo”.

Ma Green sa che spetta a lui assicurarsi che i Warriors possano superarlo. Ha bisogno di capire come reintegrarsi con la squadra. Ha bisogno di mettersi alla prova con tutti quelli che lo circondano.

Sta cercando di assumersi la responsabilità. Ha detto che ha scelto di non affrontare la situazione nel suo podcast, quindi non si sarebbe nascosto dietro lo schermo di un computer. Voleva affrontare i giornalisti, rispondere alle loro domande e assumersi la responsabilità delle sue azioni.

Green sa che sarà una strada accidentata per tornare da questo, ma intende fare tutto ciò che è in suo potere per cambiare le cose.

“Questo è uno di cui mi pento sinceramente”, ha detto.

Leggi di più:

Victor Wembanyama è il futuro della NBA e la resistenza è inutile

Un duro cambiamento mentale: EuroBasket star una settimana, ruolo di supporto NBA la prossima

Ben Simmons è esattamente quello che era, e questo va bene per Nets

Russell Westbrook e la tempesta che si sta preparando all’interno dei Lakers

Riuscirà Anthony Davis a riaccendere i Lakers?

I nuovi proprietari della più lunga siccità dei playoff negli sport professionistici? Questa squadra NBA

Melissa Rohlin è una scrittrice NBA per FOX Sports. In precedenza ha coperto il campionato per Sports Illustrated, il Los Angeles Times, il Bay Area News Group e il San Antonio Express-News. Seguila su Twitter @melissarohlin.


Ottieni di più dalla National Basketball Association Segui i tuoi preferiti per ottenere informazioni su giochi, notizie e altro ancora



Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *